Come fare time lapse? Come realizzarlo?

Come fare time lapse? Come realizzarlo?

Descrizione di un time lapse

La fotografia time-lapse oppure timelapse (dall’inglese, time=tempo) e (lapse=intervallo), è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è molto inferiore a quella di riproduzione, a causa di questa discrepanza, la proiezione con un frame rate standard di 24 fps fa si che il tempo, nel filmato sembri scorrere più velocemente del normale.

Un filmato time-lapse viene ottenuto processando una serie di fotografie scattate in sequenza e opportunatamente montate, o attraverso video che verrano poi accelerati, questi filmati vengono prodotti con l’ausilio di video o fotocamera provvisti di intervallometri

Nella foto qui sotto possiamo considerare un frame rate standard di 24 fps, in fase di riproduzione del filmato appariranno sullo schermo 24 fotogrammi consecutivi al secondo.

Time lapse normal timeline
Frame Rate 24 fps

Quindi in breve, possiamo dire che il timelapse è un filmato di breve durata, nella quale sono ristretti moltissime foto che fanno in modo che il tempo passi velocemente.

Cosa serve per fare un time lapse?

Partiamo con il dire che per registrare un timelapse non ti serve sicuramente un attrezzatura costosa, ma logicamente più e di qualità l’attrezzatura con cui giri il timelapse, meglio è!

Comunque possiamo girare sia con un semplice smartphone , o con una fotocamera compatta, o reflex, o anche una videocamera!!

I moderni telefonini hanno integrato nelle impostazione della fotocamera, la funzione per girare i Timelapse, invece magari telefoni meno recenti, bisogna installare qualche APP che ti permetta di intervallare le fotografie, come ad esempio questa APP, Timelapse Camera.

Sicuramente la fotocamera Compatta, abbinata a un intervallometro farà le fotografie meglio di un telefono, ma se vogliamo creare un timelapse interessante e di qualità bisogna munirsi di

  1. Fotocamera Reflex o Mirrorless
  2. Obiettivo ( preferibilmente grandangolare)
  3. Intervallometro
  4. Treppiede
  5. Software
  6. Batteria e Memory Card di riserva
  7. Filtri ND ( Opzionale)

Fotocamera Reflex o Mirrorless

La scelta della fotocamera reflex influisce molto sul risultato finale, infatti è possibile comprare una macchina fotografica reflex ma di quelle economiche e avere anche una qualità diciamo… sufficiente, rispetto alle videocamere adatte allo solo scopo di time-lapse!

Ti suggerisco alcune fotocamere come la Canon EOS 60D, oppure una Canon EOS 200D, oppure un Modello più costoso e più professionale e la Canon EOS 6D Mark II.

Obiettivo

La scelta del obiettivo influisce su alcuni parametri, come l’angolo di campo ripreso oppure anche la qualità generale della fotografia.

Quindi è opportuno pensare prima di acquistare, cosa si voglia fotografare e registrare!

Se ti sei perso l’articolo su come cercare un obiettivo da acquistare clicca qui.

Intervallometro

Se la fotocamera non ha incluso nelle impostazioni l’intervallometro, è altamente consigliato acquistare un intervallometro adatto che sappia fare scattare la fotocamera X foto ogni X secondi.

Un intervallometro compatibile con la maggior parte delle fotocamera Canon e il Photoolex T710, puoi selezionare il ritardo di scatto, il numero di scatti da effettuare, i secondi di intervallo, e possibile anche scattare in modalità bulb!

Treppiede

Per registrare un Timelapse è essenziale comprare un treppiede stabile, robusto per provare a rendere più stabile possibile tutta la scena, e non dover stare li fermo, a tenere la fotocamera in posa per ore e ore.

Un treppiede stabile, robusto ma anche economico può essere ESDDI 162cm Treppiede Alluminio, ha la testa a sfera a 360° in versone Panoramica, ed e ultra leggero, infatti pesa solamente 1.35kg e può portare fino a 8/ 9 kg di attrezzatura!

Software per Post-Produzione

Dopo aver scattato tutte le fotografie della sequenza del timelapse, bisogna Post-produrrle con l’utilizzo di alcuni software della post-produzione, come ad esempio il mitico Adobe Lightroom abbinato a LRTimelapse oppure a Adobe Premiere PRO.

Batteria e Memoria di Riserva

Se siete in alta montagna, e state scattando il vostro timelapse del secolo, e vi state accorgendo che la vostra batteria si sta scaricando velocemente, oppure la vostra Memory Card si sta riempiendo più veloce del previsto.

Vi consiglio di comprare un Battery Grip, in modo da allungare la vita alla vostra fotocamera, e di comprare almeno un altra Memory Card di grosse dimensioni.

Filtri ND (Opzionale)

I Filtri ND, nei timelapse ti servono solamente di giorno se incaso vogliate fare in modo che le nuvole, o qualunque oggetto state riprendete, vi risulterrà più sfumato.

Con i filtri ND si abbassa il tempo di scatto e si possono creare magnifici effetti!

Clicca qui, per leggere l’articolo sui Filtri.

I parametri per fare time lapse

Come capire il giusto intervallo da usare nelle varie situazioni…?

Semplice più e lento il soggetto più dovete aumentare l’intervallo, viceversa più è veloce il soggetto più dovete diminuire l’intervallo.

Vi lascio una piccola tabella indicativa, ogni situazione ha la sua esposizione, e il suo Intervallo!

SoggettoTempo EVIntervallo
Persone vicine0.22
Persone lontane0.22
Traffico diurno0.11
Traffico notturno12
Nuvole veloci0.11
Nuvole Lenti0.12-4
Acqua(effetto seta)0.61
Tramonto o albaVariabile2-4
Sole0.15-20
Luna0.15-20
Ombra0.15-20
Stelle*Variabile da 15 a 60Esposizione+ T Salvataggio

Per le stelle dobbiamo calcolare prima il tempo di esposizione , attraverso la formula ( 500/ lunghezza focale) *(1.5 o 1.6) fattore di crop, e poi per l’intervallo dobbiamo prendere quel esposizione + il tempo che ci impiega la fotocamera a salvare la foto, che va da un paio di secondi a 30 sec.

Post-produzione del Timelapse

Una volta scattate tutte le fotografie della sequenza di Timelapse, e ovviamente scattato in RAW con la macchina fotografica che vi ha permesso di farlo, possiamo passare alla Post-Produzione

Vi consiglio di usare Lightroom, che vi facilità la situazione. Importate tutte le fotografie, fate le modifiche di base complete, e sincronizzate tutte le fotografie.

Una volta terminato esportate le fotografie in sequenza alla risoluzione che più preferiate.

Potete esportarlo in HD, Full HD, o 4k!

  • 1280 x 720 HD
  • 1920 x 1080 Full HD
  • 3840 x 2160 4k

Una volta terminata l’esportazione, chiudiamo Lightroom, e apriamo Adobe Premiere Pro.

Creiamo un nuovo progetto, e importiamo le fotografie in sequenza nella nostra slide.

timelapse, premiere pro
Foto e Panello di Esempio

Una volta importate nel progetto, cliccate sopra l’icona e trascinatelo semplicemente nella timeline e ecco che avete creato il Timelapse.

timelapse, sequenza timeline

Una volta terminata questa operazione siete già pronti per esportarlo a meno che non vogliate modificare qualche parametro. In caso vada tutto bene, salvate nel formato consigliato per il web H.264, in High Quality 1080p HD oppure in High Quality 2160p 4k, in base hai parametri scelti prima.

Può capitare che ce il problema del flickering. Cos’è questo problema?

È lo sfarfallio dell’immagine sullo schermo di un televisore o di un computer. È causato da piccole variazioni del valore di esposizione delle singole immagini che compongono la sequenza.

Per questo problema ci viene incontro un software, gratuito in parte, che va a modificare i parametri di esposizione gradualmente, si chiama LRTimelapse.

Vi lascio alcuni timelapse naturali da parte di utenti più esperti!

Dimmi la tua nei Commenti!

Ciao! Buona Luce e Buon Timelapse! 💪

Se l'articolo è stato di tuo gradimento, Condividilo con i tuoi amici!
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.